Lago Albano

L’escursione che abbiamo fatto è facile e non ha nulla di complicato in fatto di pendenze e avversità.

La passeggiata è adatta a tutta la famiglia e può essere fatta in tutte le stagioni.

Consiglio: spostarsi sempre tra l’inverno e la primavera quando vogliamo fare il periplo completo del lago, a piedi, mentre consigliamo l’estate per chi è appassionato di sport acquatici e per fare il bagno nelle attrezzate spiaggette del lago.

Vi proponiamo la traccia scaricabile su Alltrail e qualche dato utile sull’escursione.

Distanza percorsa: Km 9,85
Tempo totale: 2.33
Caratteristiche escursione: giro ad anello
Percorribilità: Ottima, sia a piedi che in bike
Periodo: Tutto l’anno
Effettuato il: 28 agosto 2020

Il sentiero

Esso si snoda lungo il periplo del lago Albano. Percorsa la strada che dall’abitato di Castel Gandolfo conduce al lago, voltiamo a destra e proseguiamo per circa 2 Km sino a giungere ad un cancello, oltre il quale è consentito proseguire solamente a piedi o in bicicletta. Percorriamo ancora 500 metri e, giunti ad un secondo cancello, ci inoltriamo nel sentiero sterrato. Il percorso si svolge ora all’interno di un bosco ricco di antiche essenze che in epoche passate, prima della massiccia introduzione del castagno, ricoprivano le pendici dei Colli Albani. In questo bosco sono presenti sia sempreverdi come il leccio, il lauro, il viburno, l’agrifoglio.

Proseguiamo sempre lungo il sentiero e, a seconda delle stagioni, sarà possibile osservare la folaga, il germano reale, il cormorano, la gallinella d’acqua e il martin pescatore. Continuiamo ancora e giunti sotto il Convento di Palazzolo sarà possibile osservare il volo del falco pellegrino in cerca di prede dato che in questa zona nidifica. Proseguiamo il percorso e torniamo sulla strada asfaltata che costeggia le acque del lago, e superati gli stabilimenti balneari e gli edifici del C.O.N.I., arriviamo all’area di sosta prospiciente l’Emissario. Percorriamo ancora 500 metri e siamo tornati al punto di inizio del sentiero.

Come arrivare

Arrivati a Castel Gandolfo (426 metri) si seguono le indicazioni per il lago e si scende verso Via Antonio Gramsci, si passa davanti alla stazione ferroviaria e si gira verso destra per Via dei Pescatori, strada senza uscita che costeggia il lago, passa davanti agli impianti del CONI e termina ad un cancello sbarra (293 metri) dove inizia il sentiero. Parcheggiare l’auto in zona.

Leave a Reply