Luoghi simbolo della città: il foro

In ogni città del mondo esiste un luogo aperto, dove apparentemente ogni strada lì ti conduce, a meno che sei talmente lontano dal centro, che allora non ci arrivi proprio: esso è la piazza.

In questo post parleremo di un luogo simbolo della città di Roma, il foro, che è visitato da milioni di turisti di tutto il mondo.

Noi di passione camminare è difficile che organizzeremo un giro da queste parti, perché sarebbe un’attività specifica più per una guida turistica che per un gruppo come il nostro, più orientato verso le escursioni e le passeggiate in generale, ma inseriamo lo stesso questo tipo di post perché sono molto appassionato di storia romana.

ETIMOLOGIA: La parola foro, deriva dal latino forum, ed essa indica il luogo deputato della piazza, il centro nevralgico di ogni città, punto d’incontro delle genti e delle lingue.

CHE COS’ERA – Nell’antica Roma, soprattutto in età repubblicana, il foro era la sede degli edifici pubblici e luogo di mercato e non si trovavano abitazioni private, quindi era il centro politico e amministrativo della città.

Fra gli edifici più importanti che si trovavano in un foro vi erano la basilica, che era il luogo deputato per ospitare il tribunale, la curia, dove si riunivano le sedute senatoriali, e il comitium, la sede delle assemblee popolari.

Una delle cose interessanti da sapere è che non era facile individuare il punto “esatto” per costruire o collocare il foro in una città. Tuttavia secondo Vitruvio, il principio cardine per collocarlo in una zona o in un’altra, doveva considerare i collegamenti con le attività prevalenti o rappresentative della città.

PER VITRUVIO…. – Ad esempio, sempre secondo Vitruvio, nelle città marittime, l’area riservata ad esso, doveva sorgere non lontano dal porto, al contrario, nelle città dell’entroterra, al centro della città.

COLLEGAMENTI AD ALTRE PAGINE – Ora vorrei inserire qui sotto alcuni link dedicati per poter visitare in tutta tranquillità il foro romano.

In ultimo una carta dell’area più importante della città, fori imperiali, palatino e foro romano, secondo me molto utile da consultare:

http://www.romaspqr.it/roma/fori-imperiali.htm

Vorrei fornirvi anche un’ottima guida bibliografica a riguardo, scritta da Filippo Coarelli

Guida archeologica di Roma – Arnoldo Mondadori Editore, Verona 1975

Leave a Reply