Riserva naturale fiume Aniene

Dove si trova: a Roma, nella zona urbana tra Ponte mammolo fino a Ponte Nomentano

Come si raggiunge: con la propria macchina o con le linee autobus Cotral per la stazione della metropolitana, linea B, Ponte mammolo.

Per percorrere i sentieri della riserva naturale del fiume Aniene, bisogna uscire dalla stazione della metro B Ponte Mammolo. Una volta parcheggiata l’auto, bisogna raggiungere la fine dei cavalcavia e salire le rampe che conducono sulla via Tiburtina. Dopo neanche cento metri, bisogna prendere una deviazione verso sinistra e raggiungere via Furio Cicogna e da lì, un evidente slargo con una sbarra di ferro, ti segnala l’inizio del sentiero “Riserva naturale fiume Aniene”.

Si tratta di una lunga passeggiata, immersi nei sentieri a due passi dai quartieri popolari della Tiburtina, però il verde e le piante tipiche degli ambienti fluviali, come ad esempio salici, pioppi ed ontani ti creano quell’illusione di essere comunque in un altro posto, e non, invece, nella grande città.

Il sentiero natura della Riserva fiume Aniene termina davanti al cospetto del ponte Nomentano, un ponte costruito in epoca repubblicana e ricostruito subito dopo l’invasione barbarica di Totila. Noi abbiamo continuato il nostro giro, raggiungendo prima Villa Ada e successivamente Villa Borghese.

Per il ritorno, abbiamo ripreso la metropolitana presso la stazione Termini, fino alla fermata Ponte Mammolo, per riprendere le auto.

L’escursione è adatta anche alle famiglie con bambini al seguito, soprattutto il tratto della riserva, perché è molto pulito e percorribile in tutte le sue parti, mentre per il resto del percorso, data la sua lunghezza, consigliamo un buon allenamento e preparazione fisica.

Distanza Totale: 18 Km

Massima elevazione: 272 mt

Tempo totale: 4h: 20min

Caratteristiche del percorso: Facile e di classificazione Turistica, senza particolari difficoltà, tranne la lunghezza se si ha intenzione di farlo tutto.

Informazioni utili

Se i luoghi che abbiamo visitato sono puliti e ben tenuti bisogna ringraziare tutti gli appassionati e tutti i cittadini che abitano quei luoghi, tuttavia vi segnalo questo sito che ha molta voce in capitolo: Insieme per l’Aniene Onlus

Per quanto riguarda alcuni dei luoghi visitati, vi segnalo questo sito per conoscere il ponte Nomentano

La villa più selvaggia e la più a nord di Roma: Villa Ada

La villa più bella e conosciuta di Roma: Villa Borghese

Leave a Reply