Santuario della fortuna primigenia

Dove si trova: Fra i monumenti che potremmo incontrare durante una delle nostre escursioni è il santuario della fortuna primigenia, a Palestrina.

Epoca: Un sito archeologico molto importante databile circa alla fine del II° sec a.C e che si è conservato molto bene sino ai giorni nostri.

Un monumento davvero molto grande per quanto riguarda le dimensioni e infatti, per questa ragione, è impossibile non vederlo anche ad una considerevole distanza.

Per arrivarci e visitarlo, prima di tutto bisogna raggiungere la cittadina di Palestrina che si trova a circa quaranta kilometri da Roma, e una volta arrivati a destinazione, bisogna salire fino a via del Borgo ed entrare nel museo archeologico nazionale, ospitato all’interno di palazzo Barberini, che occupa il settore superiore del tempio stesso.

Il pozzo di palazzo Barberini sulla cui sommità è possibile vedere un panorama stupendo

Per visitare il santuario bisogna ovviamente uscire fuori e scendere dalle scale e da questo punto ci troviamo sulla sommità della “sesta terrazza”, quella chiamata piazza della cortina.

Dalla piazza, se ci fermiamo, possiamo ammirare un panorama da cartolina, ma è da qui che inizia la visita e se non scendi le scale sembra che sei letteralmente arrivato alla fine della corsa, nel senso che, le scale ci sono, ma sono basse rispetto alla linea immaginaria dell’orizzonte e sembra che ci sia il baratro.

Descrizioni di carattere tecnico-artistico

Info Box

Santuario della fortuna primigenia – dall’Enciclopedia libera Wikipedia
Santuario della fortuna primigenia – dal portale culturale Tibursuperbum

Leave a Reply